Iyyad El-Sarraj: Abu Mazen dovrebbe essere grato per quanto avvenuto nella Striscia di Gaza

www.arabmonitor.info:80/dettaglio.php?idnews=19383

Iyyad El-Sarraj: Abu Mazen dovrebbe essere grato per quanto avvenuto nella Striscia di Gaza

 
Gaza, giugno – Iyyad Sarraj è uno psichiatra noto a livello internazionale. Dirige il Centro di salute mentale a Gaza città (Gmhc). Arabmonitor lo ha ascoltato sui drammatici eventi di questi giorni nella striscia di Gaza.

Pensa che siamo di fronte alla nascita di uno Stato di Hamas, come insinuano i media occidentali ?

"Posso dirle che oggi ho attraversato Gaza città (all’indomani della fine degli scontri) e per la prima volta dopo tanto tempo non ho assistito a scene di violenza, di prevaricazione, di banditi armati, a volte in divisa, a volte no, che agivano liberamente nei confronti di inermi cittadini. Hamas controlla militarmente la situazione. E’ evidente. Politicamente non credo che possa farlo a lungo. Ha bisogno di trovare una legittimazione e lo può avere solo attraverso la presidenza di Abu Mazen".

Chi porta la responsabilità per quanto accaduto ?

"Mi dispiace per le vittime, tante, ma per essere sinceri, io punto il dito su quelli di al Fatah. Da anni hanno gestito il potere con arroganza, convinti di averla sempre vinta. Hanno boicottato in tutti i modi possibili il Ministero degli interni da quando è stato costituito il governo di unità nazionale. I servizi di sicurezza erano corrotti e agivano come delle bande. Tutto era in mano a delle famiglie, a dei clan. Hamas aveva tutto il diritto di agire".  

Ci saranno ora due Autorità, una in Cisgiordania e l’altra a Gaza ?

"Non credo, perché né Abu Mazen, né Haniye possono sopravvivere a lungo senza l’altro. Abu Mazen dovrebbe essere grato per quello che è avvenuto nella striscia di Gaza. E’ stato compiuto un lavoro che lui non sarebbe mai stato in grado di portare a termine. Un’azione di pulizia".

Non è stato un errore decretare la fine del governo di unità nazionale ?

"Penso che lo sia stato e mi auguro che siano abbastanza saggi entrambi per rendersi conto che devono lavorare insieme".

Che ne pensa dell’idea che truppe internazionali possano essere schierate nella striscia di Gaza ?

"Sono contrario salvo che vengano schierate anche negli altri Territori palestinesi occupati, in Cisgiordania, a Gerusalemme. Allora hanno un senso".

Quale dovrebbe essere a suo avviso la prima mossa di Hamas, ora che controlla pienamente la striscia di Gaza ?

"Impedire il lancio di razzi Qassam su Israele e liberare il più rapidamente possibile il giornalista della Bbc (Alan Johnston) e il soldato israeliano catturato Ghilad Shalit. Sarebbero messaggi importanti sia a Israele che alla comunità internazionale". 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.