La Banca arabo-giordana respinge le rimesse dei parlamentari palestinesi: non vogliamo avere nulla a che fare con Hamas.

Dal nostro corrispondente.

La direzione della Banca Araba-Giordana ha respinto le rimesse in favore dei membri del parlamento (CNP) palestinese e si è rifiutata di pagarle, affermando che non vuole avere nulla a che fare con i parlamentari membri del blocco "Cambiamento e riforma" affiliato a Hamas.

Il segretario del Consiglio Nazionale Palestinese, Mahmoud Ar-Ramahi, ha dichiarato che la Banca ha rigettato le rimesse in favore di 132 parlamentari perché la lista includeva nomi affiliati a Hamas. Le rimesse costituiscono metà stipendio di marzo.

La Banca giordana ha accumulato ampi profitti dai depositi palestinesi negli ultimi due decenni, ma al momento del bisogno ha tradito il popolo palestinese impoverito e il suo governo eletto, e ha scelto di partecipare all’assedio economico americano-israeliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.