La Cancelliera tedesca Merkel invita il governo palestinese ad accettare le condizioni del Quartetto.

Durante l’incontro con il presidente palestinese Mahmoud Abbas, avvenuto oggi a Ramallah, la Consigliera tedesca Angela Merkel ha invitato il governo di unità nazionale palestinese ad accettare le condizioni del Quartetto e di far trapelare serie intenzioni di rilasciare il soldato israeliano sequestrato l’anno scorso, Jilad Shalit.

In una dichiarazione stampa, la Merkel ha aggiunto che “la conferenza di Riyadh è stata un passo per realizzare il sogno della pace e della sicurezza nella zona”, confermando la certezza che i due stati per i due popoli vedranno la luce.

Tuttavia ha sottolineato che "il movimento di Hamas non ha accettato le condizioni poste dal Quartetto, così è nata la decisione di non collaborare con i membri del governo palestinese".

Durante una conferenza stampa congiunta, a Ramallah, Abbas ha assicurato che il programma politico del governo di unità nazionale palestinese va incontro alle condizioni della comunità internazionale. Partendo da questo presupposto, il presidente palestinese ha chiesto di porre fine l’assedio economico e il boicottaggio contro la coalizione.

Abbas ha aggiunto di aver discusso con la Cancelliera i modi per lanciare un’iniziativa di pace basata su quella araba – proposta a Beirut nel 2002 e riattivata durante il Vertice arabo di Riyadh, la settimana scorsa.

Ha sottolineato inoltre la necessità di proseguire con gli incontri bilaterali con il premier israeliano e ha detto di sperare che gli israeliani possano cogliere positivamente l’occasione lanciata dall’Iniziativa di pace araba, e che possano avere fine le espansioni delle colonie nei territori palestinesi e a Gerusalemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.