La denuncia del DCI: ancora tanti bimbi nelle galere israeliane.

Riceviamo da http://www.dci-pal.org/e pubblichiamo.

Ancora tanti bimbi in galera.


[Ramallah, 14 settembre 2009] – Secondo le ultime cifre stilate da DCI-Palestina e tratte da diverse fonti, tra cui il Servizio carcerario israeliano e il servizio militare di detenzione temporanea, il numero di bambini palestinesi rinchiusi nelle carceri israeliane e nei centri di detenzione nello stato d’Israele e nei Territori palestinesi occupati alla fine di agosto era pari a 339.

Nonostante si sia avuta una leggerissima diminuzione della cifra rispetto al mese precedente (342), la media di palestinesi in tenera età detenuti in Israele nel 2009 resta alta, attestandosi intorno ai 375 al mese, in confronto ai 319 del 2008. Si tratta di un aumento del 17,5%.

Va notato tuttavia che il numero di ragazzini tra i 12 e i 15 anni prigionieri nell’agosto del 2009 (39) è cresciuto dell’85% rispetto allo stesso mese del 2008 (21).

Israele è tra i firmatari della Convenzione Onu dei diritti del minore (1989), che raccomanda che “l’arresto, detenzione o imprigionamento di un minore (…) vanno impiegato solo come misura estrema, e per il più breve periodo di tempo possibile”.

Numero di bambini palestinesi prigionieri d’Israele alla fine di ogni mese a partire dal gennaio 2008

Year/Month

Jan

Feb

Mar

Apr

May

Jun

Jul

Aug

Sep

Oct

Nov

Dec

2008

327

307

325

327

337

323

324

293

304

297

327

342

2009

389

 423

420

391

346

355

342

339

(nota: le cifre non sono cumulative)

Se desideri agire, fai pressioni sui tuoi deputati e chiedi d’incalzare le autorità israeliane a cessare le pratiche di prosecuzione giuridica e di detenzione militare nei confronti dei bambini.

Per ulteriori informazioni, ti raccomandiamo di leggere l’ultimo report sui bambini-prigionieri palestinesi.

Il report in originale: http://www.dci-pal.org/english/publ/display.cfm?DocId=1166&CategoryId=8

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.