La discesa dei barbari: a ottobre 2600 ulivi distrutti

Ramallah – Pal.info. Il “Palestinian agricultural relief committee (PARC)” ha reso noto che nel mese di ottobre, i coloni ebrei hanno dato alle fiamme 2600 ulivi, provocando danni agli agricoltori palestinesi per circa 156mila dollari.

Nel suo report mensile divulgato ieri, 31 ottobre, il Comitato ha dichiarato che nel mese passato, i palestinesi hanno perso una media di 3,5 alberi di olive all'ora sia attraverso gli incendi sia con la distruzione (sradicamento).

Il 53% delle perdite è stato sostenuto nella provincia di Nablus, seguito da Salfit, con il 24%. La maggior parte degli attacchi è stata eseguita da coloni, alcuni dei quali aiutati dai soldati israeliani.

PARC ha affermato che i danni coprono 2440 dunum (1000 m2) di terra, e che i contadini feriti in attacchi dei coloni, principalmente a Nablus, sono 13. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.