La Flotta per Gaza: ‘Le minacce israeliane non ci faranno tornare indietro’.

Mosca – Infopal. La Flotta del Soccorso turca, organizzata per rompere l'embargo israeliano a Gaza, critica duramente le minacce israeliane di vietarle di raggiungere la Striscia di Gaza assediata, senza poter consegnare alla popolazione assediata da oltre tre anni gli aiuti che trasporta.

Ziyad al-'Alul, portavoce della Flotta, ha affermato: “Queste minacce non ci faranno tornare indietro! Siamo determinati a proseguire sulla nostra strada per sostenere il popolo palestinese assediato e consegnare gli aiuti per Gaza”.

Egli ha osservato che la flotta, sulla quale prenderanno posto centinaia di attivisti turchi e non, trasporta materiali da costruzione, cibo e medicine: un messaggio di solidarietà per tutto il mondo.

Al-'Alul ha poi definito ogni possibile opposizione armata alla Flotta – che partirà  il 23 e il 24 maggio – da parte di Israele come un “atto di pirateria”. “Se Israele sparerà mettendo a rischio la vita degli attivisti, la responsabilità ricadrà sulle autorità israeliane”.

Il portavoce della Flotta ha poi ricordato che tra i partecipanti si contano parlamentari turchi e di Paesi europei, capi di varie organizzazioni, professionisti dei media, artisti, attivisti di organizzazioni giuridiche.

Al-'Alul sottolinea poi che “Israele non ha il diritto di opporsi alle navi perché non si tratta di acque territoriali israeliane”. Pertanto la comunità internazionale deve sostenere la Flotta, affinché riesca a raggiungere Gaza.

Egli ha inoltre spiegato che quest'iniziativa rientra in una catena di mobilitazioni da parte di organizzazioni della società civile impegnate nella sensibilizzazione del mondo intero sulla tragedia del popolo palestinese a Gaza che si protrae da anni.

La Flotta del Soccorso comprende un certo numero di navi che trasportano oltre 500 attivisti di varie nazionalità (turchi, europei e arabi). Trasporta 6.000 tonnellate di ferro, 2 tonnellate di cemento, generatori di corrente, apparecchiature mediche e aiuti alimentari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.