La Grecia fa richiesta di gas lacrimogeni a Israele

Gaza – GazaTv e InfoPal. In settimana, le autorità greche si sono messe in contatto con Israele con una richiesta urgente: gas lacrimogeni da usare contro i manifestanti che da quasi due mesi affollano piazza Syntagma, ad Atene, per protestare contro la disastrosa situazione economica del Paese.

La Grecia ha fatto richiesta di rifornimento di gas lacrimogeni per rispondere alle ondate di proteste che hanno attraversato il Paese nell'ultima settimana. Lo ha riportato la polizia di Atene domenica scorsa.

Una richiesta della stessa natura era stata rivolta in precedenza dalla Grecia alla Germania. Le scorte di gas lacrimogeno nazionali, pari a 4.600 unità sono state esaurite: in una sola giornata, hanno raccontato ieri a InfoPal dei cittadini greci, la polizia ha lanciato circa 1400 candelotti lacrimogeni contro manifestanti riuniti in piazza Syntagma, ad Atene.

Non è la prima volta in cui la Grecia chiede aiuto a Israele per far fronte a situazioni di “emergenza”. Lo scorso anno infatti, Israele inviò 55 vigili del fuoco per aiutare la Grecia a domare il vasto incendio che investì il Paese.
A pochi giorni da quell'intervento, il presidente greco consegnò agli operatori israeliani un premio di riconoscimento presso l'ambasciata greca in Israele.

Fonti interne all'ambasciata israeliana in Grecia hanno affermato che la richiesta di gas lacrimogeni non è ancora pervenuta, pur puntualizzando che resta molto probabile che la Grecia possa rivolgersi anche a compagnie israeliane private.

Per Israele una simile eventualità da parte greca sarebbe del tutto comprensibile per la prossimità geografica tra i due paesi e per il fatto che la Grecia è al corrente dell'abbondanza di mezzi repressivi di cui Israele dispone. 

(Foto: GazaTv News).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.