La guardia costiera egiziana spara contro un peschereccio palestinese

Rafah (Gaza) – InfoPal. Ieri mattina, 15 settembre, i pescatori palestinesi sono stati respinti in mare dalla guardia costiera egiziana.

Abu 'Omar, un pescatore di Gaza ha raccontato l'accaduto.

“Eravamo al largo delle coste della Striscia di Gaza, ci siamo imbattuti in una nave della guardia costiera egiziana e da lì sono partiti diversi colpi in aria. Poi, tre pallottole hanno danneggiato la barca. Hanno preso a insultarci, ordinando di allontanarci”.

Il blocco navale sulla pesca, imposto sin dall'estate del 2007 da Israele, obbliga i pescatori di Gaza a riparare in mare in direzione egiziana.

Un episodio del genere si era riportato a metà maggio 2010, quando il pescatore Mohammed al-Bardawil rimase ucciso dal fuoco egiziano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.