La Lega araba sostiene la posizione palestinese nei colloqui di pace

Il Cairo – AFP. La Lega Araba ha detto domenica di aver sostenuto la posizione palestinese all’annuncio della ripresa dei colloqui di pace con Israele, ma che era scettica sulle intenzioni israeliane.

Mohammed Sabih, vice segretario generale per gli affari palestinesi e dei territori arabi occupati, ha detto ai giornalisti che la Lega “sta formando una rete di sostegno politico per la parte palestinese nel caso si accettasse di partecipare ai negoziati con la controparte israeliana”.
Il Segretario di stato americano John Kerry ha dichiarato venerdì che i negoziatori israeliani e palestinesi si incontreranno a Washington entro “la prossima settimana o giù di lì”, dopo un aver trovato un accordo per riprendere i colloqui di pace.

Sia Israele che la presidenza palestinese hanno ben accolto gli sviluppi, ma il movimento Hamas ha respinto un ritorno ai negoziati.

La Lega Araba aveva dei dubbi circa la posizione di Israele sulla ripresa dei colloqui di pace, ha affermato Sabih.

“Molti nel governo israeliano non vogliono un’ iniziativa araba di pace”.

Sabih ha aggiunto che la Lega Araba monitora la posizione di Israele affinché i colloqui non siano semplicemente “negoziati tanto per…, entrando così in un circolo vizioso”.

“Questa potrebbe essere l’ultima occasione per rilanciare il processo di pace in stallo”, ha osservato.

I negoziati si interruppero nel settembre 2010, quando Israele rifiutò di continuare a congelare la costruzione di insediamenti nei territori palestinesi.

Traduzione per InfoPal a cura di Edy Meroli