La Pax israeliana: le brigate al-Quds denunciano 15 violazioni della tregua.

Gaza – Infopal. Le brigate al-Quds, ala armata del Jihad islamico, responsabili di aver lanciato una scarica di razzi contro Sderot in rappreaglia all’assassinio israeliano di due giovani di Nablus, hanno diramato oggi un comunicato che elenca ben 15 violazioni israeliane alla tregua entrata in vigore da una settimana.

 Ecco l’elenco: 
Giovedì 19 giugno, alle 6 del mattino, 4 missili della marina israeliana hanno colpito imbarcazioni di pescatori palestinesi al largo delle coste di Gaza.

Alle 8,30, le forze israeliane hanno sparato a contadini che lavoravano i campi, a est di Khan Younis, nel sud della Striscia.

Alle 12, gli F16 israeliani sorvolavano la Striscia seminando panico attraverso esplosioni.

Venerdì 20 giugno, tra le 13 e le 14,30, le forze israeliane hanno sparato contro pescatori palestinesi al largo delle coste di Gaza.

Sabato 21 giugno, aerei da ricognizione israeliani hanno sorvolato la Stiscia di Gaza.

Alle 13, la marina israeliana ha sparato contro pescatori al largo delle coste di Gaza.

Domenica 22 giugno, alle 1,30 del mattino, corazzati israeliani sono entrati nei territori della Striscia settentrionale. Nella stessa giornata, F16 e aerei da ricognizione hanno sorvolato l’intera Striscia

Alle 14,30, una jeep militare con missili terra-terra ha stazionato al confine est della città di Gaza.

Lunedì 23 giugno, aerei da ricognizione hanno sorvolato la Striscia.

Alle 11, corazzati israeliani hanno sparato contro contadini che lavoravano i campi, nel nord della Striscia, ferendo un settantenne, Jamil al-Ghoul.

Alle 15, veicoli militari hanno sparato contro contadini che si trovavano nell’area di Abu Mutebeq, a est del campo profughi di al-Bureij, nella Striscia di Gaza centrale.

Martedì 24 giugno, aerei da ricognizione hanno sorvolato la Striscia di Gaza orientale.

Mercoledì 25 giugno, alle 8,35 corazzati israeliani sono entrati a est di Khan Younis sparando alla cieca contro i civili e ferendo un contadino, Salim Abu Reideh, di 80 anni.

Nella stessa giornata, aerei da ricognizione hanno sorvolato con intensità i cieli della Striscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.