La resistenza palestinese bombarda Ashkelon: 30 coloni israeliani feriti.

Gaza – Infopal

Ieri sera, una pioggia di missili della resistenza palestinese è caduta su Ashkelon, a sud di Israele, dalla Striscia di Gaza. 30 coloni israeliani sono rimasti feriti, di cui 4 in maniera molto grave. E’ stato danneggiato anche un centro commerciale.

La radio nazionale di Israele ha dichiarato che due missili di tipo Grad sono caduti sul centro commerciale, e ha accusato Hamas di essere responsabile del bombardamento.

Fonti speciali hanno riferito al corrispondente di Infopal.it , tuttavia, che gli autori dell’attacco sono le brigate an-Naser Salah-Iddin, ala armata dei Comitati di Resistenza popolare, che hanno dato conferma spiegando di aver utilizzato missili di tipo Naser 3 e di aver filmato l’operazione.

Le minacce di Olmert

Il premier israeliano Ehud Olmert ha ricevuto la notizia dell’attacco durante la riunione con il presidente americano George Bush e, in risposta, ha avvertito il movimento di Hamas che “l’ora della separazione si è avvicinata”.

Da parte sua Bush ha affermato che i movimenti di Hamas, Hezbollah e al-Qaeda rappresentano "organizzazioni terroristiche, che hanno gli stessi obiettivi".

Il ministro degli interni, Meir Sheetrit, ha sottolineato al canale israeliano 10 che “non abbiamo problemi a distruggere la Striscia di Gaza se le cose proseguono in questo modo". E ha invitato l’esercito di occupazione a cancellare interi quartieri palestinesi, poiché “lanciano missili contro di noi. Dobbiamo avvertire gli abitanti a evacuare le zone. Ma noi le distruggeremo anche se loro rimarranno lì”.

Il corrispondente militare del canale ha definito lo scambio di colpi tra le forze di occupazione e la resistenza palestinese a Gaza come "l’ora della separazione prima della tregua. Ogni parte vuole dimostrare di avere l’ultima parola".

L’attacco di Ashkelon si è svolto a poche ore dall’uccisione, da parte dell’esercito di Israele, di quattro cittadini palestinesi.

In questi giorni, quaranta famiglie di coloni ebrei hanno abbandonato la colonia “Kfar Ezzat”, a est di Gaza, a causa dell’uccisione, venerdì scorso, di una colona e del ferimento di altri quattro a seguito di un bombardamento delle brigate al-Qassam.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.