La 'Società dei prigionieri': nel luglio 2010, a Hebron, le forze di occupazione hanno arrestato 100 palestinesi

al-Khalil (Hebron) – Infopal. Il direttore della sezione di al-Khalil (Hebron) della Società palestinese per i prigionieri, Amjad an-Najjar, rilascia lo sconcertante dato sui palestinesi arrestati nel mese scorso.

Tra i 100 cittadini palestinesi arrestati nel luglio 2010 ci sarebbero anche cittadini dodici malati, diciannove bambini, quarantadue studenti; undici si troverebbero in detenzione amministrativa [arresto senz'accusa e prorogabile ad oltranza, ndr]

An-Najjar descrive il clima di terrore che le forze di occupazione hanno instaurato in città: raid condotti con l'accompagnamento di cani, violenza contro bambini e donne, sequestri arbitrari.

Ashqelon, al-Moskobiyye e al-Jalme sono le prigioni di destinazione dei palestinesi di Hebron rapiti a luglio.

Le prigioni sono note per i metodi di tortura quali la privazione del sonno.

In conclusione, an-Najjar richiama le organizzazioni competenti e la Croce Rossa Internazionale (Icrc) a raggiungere i centri di detenzione e svolgere il dovuto monitoraggio sullo stato dei diritti umani dei prigionieri palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.