La Turchia pone fine al rapporto con Israele per la manutenzione dei droni

Press Tv rende noto che, secondo quanto annunciato da un alto funzionario militare turco, la Turchia non invierà più in Israele, per riparazioni e manutenzione, i propri droni di sorveglianza Heron.

Murad Bayar, sottosegeretario turco per l'industria della Difesa, ha dichiarato sabato scorso che le riparazioni e la manutenzione dei motori dei droni di produzione israeliana verrà affidata a Tusas Engine Industries, con sede a Eskişehir, 250km a ovest di Ankara.

Bayar ha poi aggiunto che le altre parti dei droni verranno riparate dalle Turkish Aerospace Industries.

La decisione è stata presa per porre fine all'assegnazione delle riparazione dei droni a Israele.

Il funzionario turco ha fatto notare che il periodo di garanzia biennale dei droni scadrà alla fine del mese, e che dopo tale scadenza essi non saranno mai più inviati in Israele per riparazioni.

Traduzione per InfoPal a cura di Stefano Di Felice

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.