Laburisti andranno al governo con Israel Beitenu.

Dal nostro corrispondente.

 

Nonostante le promesse dei laburisti che non avrebbero mai formato un governo con Israel Beitenu, è quasi sicuro che sarà proprio il leader di quest’ultimo, Lieberman, a diventare ministro nel prossimo governo israeliano, e il segretario dei laburisti, Amir Beretz, ministro della Sicurezza perché Kadima ha insistito nel tenere per sé il ministero del Tesoro. Il premier pro tempore Olmert ne ha infatti dato la comunicazione.

Le dichiarazioni di Olmert fanno seguito all’incontro con i laburisti nelle trattative segrete fra i due partiti, durante le quali è stato raggiunto l’accordo per la partecipazione di questi ultimi al governo Olmert.

L’accordo prevede che Olmert garantisca a Beretz cinque ministeri, compreso quello della Sicurezza, e Beretz, dal canto suo, non nega questa intesa nonostante la sua promessa di non lavorare con Lieberman. Tanti politici laburisti non sono contrari a collaborare con lui, tranne Yossi Beilin che ha dichiarato che non farà parte di questo governo.

Secondo i responsabili di Kadima lo scontro arriverà quando si discuterà sulle questioni importanti, come l’economia, il sociale, ecc.

Da fonti giornalistiche si apprende che, nonostante non esista una dichiarazione ufficiale, è probabile che il presidente israeliano Katsaf darà a Olmert l’incarico di formare il nuovo

governo.

Il gruppo Shas ha fatto sapere che è contro il piano di Olmert per un’"alleanza", ma che accetta che l’attuale premier formi il governo, di cui il gruppo si aspetta di far parte.  

Katzaf ha incontrato il Likud, che rifiuta di nominare un candidato per presiedere alla formazione del governo. Le consultazioni termineranno giovedì e a fine settimana si conosceranno le decisioni prese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.