L’ANP accusata del rapimento del segretario del FPLP

<!– /* Font Definitions */ @font-face {font-family:Tahoma; panose-1:2 11 6 4 3 5 4 4 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:swiss; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:1627421319 -2147483648 8 0 66047 0;} /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0in; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} p.ecmsonormal, li.ecmsonormal, div.ecmsonormal {mso-style-name:ec_msonormal; margin-top:.75pt; margin-right:0in; margin-bottom:16.2pt; margin-left:0in; mso-pagination:widow-orphan; background:white; font-size:10.0pt; font-family:Tahoma; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} @page Section1 {size:8.5in 11.0in; margin:70.85pt 56.7pt 56.7pt 56.7pt; mso-header-margin:.5in; mso-footer-margin:.5in; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

Gaza – Infopal. Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha accusato l’ANP della responsabilità del rapimento del suo Segretario generale, Ahmad Sadaat, e di quattro suoi compagni dalla prigione di Gerico, controllata dall’Autorità palestinese. I cinque sono accusati dell’uccisione di un ministro israeliano.

Imad Abu Rahma, membro del Comitato centrale del FPLP, nel discorso tenuto davanti alla sede della Croce Rossa di Gaza durante il sit-in per il terzo anniversario del rapimento di Sadaat, ha accusato l’ANP di utilizzare “strategie d’inganno estranee alle norme nazionali: prima con la segregazione di Sadaat nella prigione della Muqata’ a Ramallah, poi con il suo trasferimento nella prigione di Gerico sotto la scorta americana – inglese, nonostante l’ordine del Tribunale supremo palestinese che ne imponeva il rilascio; infine, con il suo arresto per mano dell’esercito dell’occupazione”.

Sadaat era stato eletto segretario generale del FPLP alla fine di agosto del 2001 dopo l’uccisione del suo predecessore, Abu Ali Mustafa, detenuto in condizioni brutali nella prigione di Hadarim.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.