Le autorità egiziane decidono l’apertura valico di Rafah solo in direzione di Gaza. Rientro di 250 palestinesi nella notte

Gaza – InfoPal. Le autorità egiziane decidono l'apertura del valico di Rafah solo in direzione di Gaza. Nella notte rientrano 250 palestinesi. Attesa per i detenuti rilasciati.

Dopo settimane di attesa, ieri sera, 18 febbraio, le autorità egiziane hanno deciso l'apertura del valico di Rafah, al confine con la Striscia di Gaza. La frontiera resterà aperta per tre giorni. 

Il valico di Rafah era stato chiuso per decisione egiziana a pochi giorni dall'esplosione dei disordini in Egitto, ed era rimasto chiuso per circa venti giorni. Da allora, ci sono state intense comunicazioni con il governo di Gaza per trovare una soluzione alla libertà di movimento e, soprattutto, per far rientrare i palestinesi rimasti in territorio egiziano. 

La conferma dell'apertura è giunta da Ghazi Hammad, direttore dell'autorità di frontiera palestinese.
“Intorno alle 8 di sera, il primo autobus è entrato a Gaza con circa 38 passeggeri palestinesi, tutti apparsi molto affaticati da estenuanti attese sul lato egiziano. Durante tutta la notte, circa 250 cittadini palestinesi sono rientrati nel territorio palestinese”. 

Il passaggio, infatti, è stato previsto solo in direzione della Striscia di Gaza e non in entrambe le direzioni.
Per questo, il ministro della Salute della Striscia di Gaza ha sollecitato la parte egiziana a dare priorità ai casi umanitari, ai malati e ai sofferenti, perché possano viaggiare in Egitto o recarsi all'estero per ricevere le cure e i trattamenti necessari. 

Sono circa 180 i palestinesi in condizioni critiche: ad essi, tuttavia, è vietato lasciare la Striscia di Gaza assediata dal giugno 2007, ovvero dall'imposizione del blocco israelo-egiziano. 

Tra i tanti appelli e sollecitazioni per l'apertura del valico di Rafah, ieri, anche il presidente degli Ulema', Yousef al-Qaradawi, lo ha chiesto espressamente alle autorità egiziane durante il sermone della preghiera del venerdì. 

 

14 cittadini palestinesi detenuti nei penitenziari egiziani di al-'Aqarab e Burj al-'Arab, sono stati liberati e, nelle prossime ore, dovrebbero far rientro nella Striscia di Gaza attraversando il valico di Rafah. 

'Emad as-Sa'id, portavoce dei familiari del gruppo di prigionieri, ha fatto sapere che intense consultazioni tra le parti stanno valutando la questione del loro transito verso la Striscia di Gaza. 

Nel carcere di al-'Aqarab rimangono altri 19 prigionieri palestinesi, mentre 10 sono stati liberati da Burj al-'Arab. 

In gran parte dei casi, si era trattato di cittadini che stavano solo transitando in territorio egiziano, lavoratori o contrabbandieri, arrestati per mancanza di permessi o anche per presunte affiliazioni politiche. Nei loro confronti, erano state riportate gravi violazioni dei diritti umani all'interno delle carceri egiziane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.