Le autorità israeliane espellono un cittadino palestinese da Beersheba a Gaza

Gaza – Palestine-info. L'autorità di occupazione israeliana (IOA) ha espulso un cittadino palestinese dalla città di Beersheba (Bi'r es-Sab'), nel Negev, occupato sin dal 1948, verso la Striscia di Gaza, secondo quanto avrebbe fatto sapere la Wa'ed, un'associazione che si occupa dei detenuti, in una dichiarazione rilasciata il 1 giugno.

Vi si riferisce che le forze di occupazione israeliane hanno arrestato Naser Al-Jarosha per poi forzarlo ad attraversare il valico di Erez, a nord di Gaza, nelle ultime ore del 1 giugno, costringendolo a lasciare moglie e figli a Beersheba.

La Wa'ed ha comunicato che l'esilio forzato fa parte del fanatico piano sionista che mira ad espellere tutti i palestinesi dalle loro case nei territori occupati del 1948, conformemente alla ordinanza 1650, la quale prevede la messa al bando di qualsiasi palestinese “illegalmente” residente nei territori occupati dal 1948,  la Cisgiordania e Gerusalemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.