Le Brigate Al-Aqsa hanno minacciato di colpire le sinagoghe israeliane come rappresaglia per gli attacchi contro la Moschea di Al-Aqsa.

Le Brigate di Al-Aqsa hanno minacciato di colpire le sinagoghe ebraiche nei territori israeliani se le autorità di occupazione continueranno il processo di giudaizzazione della città santa di Gerusalemme e la demolizione della Moschea di Al-Aqsa.

In un comunicato diramato ieri, le Brigate hanno confermato che "tutte le sinagoghe nei territori israeliani saranno considerate bersagli e non saranno più sante della Moschea di Al-Aqsa".

Nel comunicato si chiede a tutti i palestinesi di scendere in strada e protestare contro la minaccia israeliana alla Città santa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.