Le brigate al-Qassam: Olmert manipola le trattative per assorbire la rabbia del suo popolo.

Gaza – Infopal. In un comunicato stampa di ieri le brigate al-Qassam, ala militare di Hamas, hanno definito il comportamento d’Israele alle trattative per lo scambio dei detenuti una politica del primo ministro Ehud Olmert per assorbire la protesta popolare interna allo stato ebraico.
Nel comunicato, di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto una copia, viene riferito: “Noi delle brigate al-Qassam confermiamo che la discussione sullo scambio dei detenuti tra noi e il nemico sionista non ha prodotto alcun accordo, e che il nemico sionista non ha presentato alcuna nuova proposta”.
Durante i negoziati, Olmert ha rifiutato la richiesta di Hamas di liberare 450 detenuti palestinesi con alte condanne, in cambio di Gelad Shalit, per mandare – si ritiene – un segnale che il suo ultimo tentativo per risolvere la crisi è fallito.
Per questo, al-Qassam accusa il governo dell’occupazione della totale responsabilità degli impedimenti alla riuscita dello scambio: “Il governo Olmert ha adottato la politica della prevaricazione e non ha preso la decisione giusta perché non è interessato a completare l’accordo; questo perché esso non si tramuti in un nuovo fallimento e sconfitta di questo governo e del suo capo”. E ha aggiunto: “L’intransigenza e il ritardo sionisti nell’occuparsi di questo fascicolo non c’impauriranno, né ci spingeranno a rinunciare ad alcuna nostra condizione per lo scambio dei detenuti: se ci sarà un cambiamento nella nostra posizione, sarà per alzare il tetto delle nostre richieste, e non il contrario”.
Il movimento ha inoltre affermato che Israele dovrebbe comprendere gli effetti negativi, di delusione e di perdita, che ostacolare lo scambio dei detenuti potrebbe avere in futuro: “Noi siamo sicuri che il prezzo da pagare per l’occupazione sarà pari a quello che doveva essere pagato più di due anni fa”. E, sulla possibilità che l’occupazione abbia intenzione di temporeggiare: “Se l’attuale governo o il prossimo contano sul tempo, allora perderanno la scommessa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.