Le brigate al-Quds e l’Esercito di al-Bashir rivendicano l’uccisione di due soldati israeliani a est di Hebron.

Hebron – Infopal

Le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, e le brigate al-Aqsa gruppi de l’Esercito di al-Bashir, hanno rivendicato l’uccisione, ieri sera, di due soldati israeliani a Beit Kahel, vicino alla città di Hebron, a sud della Cisgiordania.

In un comunicato stampa congiunto inviato anche al corrispondente di Infopal, hanno dichiarato che l’operazione "fa parte della risposta alle aggressione israeliane in Cisgiordania e Striscia di Gaza".

La dinamica dell’attacco

4 palestinesi armati a bordo di un’auto hanno aperto il fuoco contro due giovani e una donna, israeliani, che stavano facendo auto-stop nei pressi dell’insediamento di Telem, vicino al villaggio di Beit Kahil. I due sono rimasti uccisi, la ragazza ferita.

Una pattuglia israeliana sopraggiunta sul posto si è scontrata con il gruppo, uccidendo due palestinesi e ferendone altri due, che sono riusciti a fuggire.

I due israeliani uccisi erano militari.

Dopo gli scontri, l’esercito di occupazione israeliana ha inviato rinforzi, mentre elicotteri sorvolavano l’area. I soldati hanno perquisito l’ospedale di Hebron in cerca dei feriti da sequestrare. Le entrate di Hebron sono state chiuse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.