Le brigate al-Quds: l’Anp e le forze israeliane hanno tentato di uccidere i nostri dirigenti.

Tulkarem – Infopal. Ieri, le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, hanno dichiarato che tre dei loro attivisti, tra cui un dirigente, sono scampati a un attentato congiunto palestinese e israeliano a nord di Tulkarem, in Cisgiordania.

Le brigate, in un comunicato di cui il corrispondente di “Infopal.it” ha ricevuto una copia, hanno riferito: "Ieri pomeriggio, nella zona a nord del villaggio di Qafin, le forze di sicurezza dell’Anp hanno inseguito un’auto in cui si trovava il dirigente Fadi Kittani e altri due resistenti. Durante l’inseguimento, i tre sono stati sorpresi da 10 jeep militari e da una vettura delle forze speciali israeliane che bloccavano la strada".

E hanno aggiunto: "I tre combattenti si sono scontrati con le forze di occupazione riuscendo a mettersi in salvo, mentre i militari israeliani hanno fatto saltare in aria la loro auto e hanno cercato di dar loro la caccia perquisendo diverse case della zona. La sicurezza palestinese si è ritirata all’interno del villaggio".

La sicurezza palestinese, in collaborazione con le forze di occupazione, stanno effettuando da oltre un anno una vasta campagna di arresti nei confronti di resistenti e attivisti palestinesi. Da parte loro, Hamas e il Jihad Islamico accusano le forze dell’Anp di perseguitare i loro membri – arrestandoli o lasciandoli eliminare dalle forze di occupazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.