Le Brigate al-Quds rivendicano responsabilità lancio missili russi Grad su Al-Majdel.

In un comunicato stampa il portavoce delle Brigate al-Quds, il braccio armato del Jihad Islamico, ha rivendicato la responsabilità del lancio di un missile russo GRAD contro la città di Al-Majdel, nel sud di Israele.

Già il 28 marzo scorso le Brigate di Al-Quds avevano lanciato contro la stessa città missili di fabbricazione russa. La scelta di questo tipo di armamenti era stata considerata da Israele un  cambiamento pericoloso e aveva minacciato di aumentare le operazioni e di modificare le regole del gioco.

Israele ha accusato i movimenti palestinesi di aver fatto entrare illegalmente numerosi missili attraverso la frontiera tra l’Egitto e la Striscia di Gaza.  

Le Brigate avevano annunciato di essere in possesso di numerosi missili di tipo GRAD di fabbricazione russa: essi arrivano a due metri e 80 cm di lunghezza, hanno una circonferenza di 122 cm e un peso 66 Kg. La testata contiene 14 Kg di esplosivo. La gittata è di 18-30 km.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.