Le Brigate An-Naser minacciano di uccidere il soldato israeliano sequestrato.

Dal nostro corrispondente.

Le Brigate An-Naser Salah Ad-Din hanno minacciato di uccidere il colono israeliano, Eliyahu Pinchas Asheri, catturato domenica in Cisgiordania, se le forze di occupazione non fermeranno l’operazione militare terrestre e aerea contro la Striscia di Gaza.

Abu Abir, portavoce delle Brigate, ha confermato che il suo gruppo tiene prigioniero il ragazzo e che non darà informazioni "gratuite" all’occupante; ha inoltre promesso altre operazioni di sequestro per liberare le migliaia di prigionieri – uomini, donne e bambini – rinchiusi nelle carceri israeliane.

Da parte sua, Abu Obidah, il portavoce delle Brigate Izzeddin Al-Qassam, ha accusato Israele delle conseguenze dell’operazione militare nella Striscia di Gaza, che ha come esito la minaccia all’incolumità del soldato sequestrato nell’operazione “L’illusione dispersa”.

Abu Obidah ha ammonito: qualsiasi casa palestinese bombardata potrebbe contenere il soldato israeliano e Israele potrebbe essere costretta a ricercarne i resti all’interno.

Fonti israeliane hanno confermato la notizia della sparizione di un colono israeliano dall’insediamento “Itmar”, vicino a Nablus, che studiava all’accademia militare. E’ uscito da casa la mattina di domenica 25 giugno e non vi ha fatto più ritorno. La famiglia del giovane ne ha denunciato la scomparsa alle forze di polizia israeliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.