Le 'Brigate At-Tawhid e Al-Jihad' dichiarano di aver ucciso il giornalista britannico Johnston.

Dal nostro corrispondente.
Un gruppo non identificato autodefinitosi "Brigate At-Tawhid e Al-Jihad" ha dichiarato, in un comunicato stampa, che oggi ha ucciso il giornalista britannico Alan Johnston, rapito a Gaza più di un mese fa.
Nel comunicato, il gruppo dichiara: "Il mondo si è mosso molto per questo giornalista, mentre niente è stato fatto per le migliaia dei nostri prigioneri. Il nostro obiettivo era mandare un messaggio chiaro e ci ha meravigliati la posizione del primo ministro e del governo che hanno tentato di nascondere il caso finché hanno potuto per poi presentarlo in modo non veritiero. Il mondo intero conosce i giusti motivi nel chiedere la liberazione dei nostri prigionieri che aspettano sotto i colpi dell’occupazione, chiedevamo a tutti i responsabili del giornalista il rilascio dei nostri prigionieri tenuti nelle prigioni dell’occupazione. Questo, sfortunatamente ci ha indotti a uccidere il giornalista. Così il messaggio giungerà loro".

E hanno aggiunto che diffonderanno un video con l’uccisione del giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.