Le Brigate di Al-Quds bombardano Sderot. Israele ammette il ferimento di alcune persone.

Questa mattina, le Brigate Al-Quds, ala miliare del movimento Jihad Islami in Palestina, hanno rivendicato la responsabilità del lancio di un missile di tipo Quds di media gittata contro la colonia israeliana di Sderot, al confine con la Striscia di Gaza.

Le Brigate hanno dichiarato che "il nemico sionista ha ammesso la caduta del missile vicino ad un palazzo, che è stato danneggiato, e il ferimento di diverse persone, di cui una in maniera grave".

Le Brigate hanno confermato che "questa operazione avviene nell’ambito della risposta ai crimini sionisti nei confronti del nostro popolo in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza". 

In un comunicato stampa, di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto copia. Abu Hamad, portavoce delle Brigate, ha spiegato che "l’attacco contro le colonie proseguirà e aumenterà. L’occupazione israeliana si deve assumere la responsabilità delle aggressioni contro i resistenti in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza”. E ha aggiunto: “Il nemico sionista deve stare attento a non commettere nuove stupidità contro il popolo palestinese e la sua resistenza”, sottolineando che le minacce israeliane di invadere Gaza “non rimarrano senza risposta”.

Abu Hamad ha attaccato "il piano americano e coloro che lo pubblicizzano da parte palestinese", precisando che esso "intende alleggerire la pressione su Israele, che soffre molto per il continuo lancio di missili della resistenza".

E ha invitato tutte le fazioni palestinese ad “aumentare con tutti i mezzi possibili le operazioni armate contro le forze di occupazione, e non ascoltare le voci di coloro che hanno interessi personali e alleanze sospette".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.