Le Brigate Izzeddin Al-Qassam annunciano l’inizio dell’'Operazione di attacco martellante delle colonie israeliane'.

Le Brigate Izzedin Al-Qassam, ala militare del movimento di Hamas, ha annunciato l’inizio dell’“Operazione di attacco martellante delle colonie israeliane introno alla Striscia di Gaza”, chiarendo che ciò avviene in risposta ai "crimini israeliani contro i palestinesi in Cisgiordania e la Striscia di Gaza, di cui l’ultimo è quello commesso ieri a Jenin e Nablus". 

Abu Obeidah, portavoce delle Brigate ha confermato che “l’operazione di attacco delle colonie israeliane” nella Striscia di Gaza ha avuto inizio alle ore 6 di questa mattina.

In un comunicato stampa, Abu Obeidah ha sottolineato che "questa operazione è un messaggio indirizzato al nemico israeliano: dovrà pagare caro qualsiasi crimine o aggressione contro la Striscia di Gaza. La Striscia di Gaza sarà la sua tomba e un inferno per i suoi soldati".

Abu Obeidah ha sottolineato che l’operazione di attacco alle colonie è solo un messaggio alle forze di occupazione, ma che "la risposta vera di Al-Qassam ai crimini israeliani sarà ancora più grande".

Abu Obeidah ha smentito l’esistenza di una tregua con Israele: “Non esiste nessuna tregua tra noi e l’occupazione. L’occupazione ha distrutto la calma quando è nata; noi, dall’inizio, non ci siamo fidati delle sue intenzioni. Le forze di occupazione hanno dimostrato davanti al mondo che sono loro a commette i crimini e a violare qualsiasi accordo”.

Una tempesta di missili

Con l’inizio dell’operazione, le Brigate Al-Qassam hanno lanciato decine di missili verso le colonie israeliane nella Striscia di Gaza. Hanno bombardato le postazioni di Kessufim e Al-Farahin, a est di Khan Yunes con 20 missili “Qassam” e 30 mortai; le postazioni di “Abu Safiah” e “Abu Mutbeq”, a est di Al-Magazi, con 30 missili “Qassam”; la postazione militare “Karm Abu Salem”, a Rafah, con 24 mortai di 80 millimetri.

Le Brigate Al-Qassam hanno colpito una postazione militare israeliana a est di Breij con 3 missili “Qassam”, e quella dell’artiglieria, a est di “Hajar Ad-Dik”, con 2 missili “Qassam”, e la colonia “Nahel Oze" con 5 missili e 5 mortai di 100 millimetri.

Hanno bombardato la colonia “Natif Etzra”, a nord della Striscia con 3 missili “Qassam”.

Testimoni oculari hanno visto le colonne di fumo alzarsi dalla colonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.