Le dichiarazioni di Olmert sull’arsenale nucleare israeliano scatenano una bufera politica in Israele.

Le dichiarazioni rilasciate dal premier Ehud Olmert alla tv tedesca Sat1, in cui ha ammesso che Israele è dotato di armi nucleari, hanno sollevato forte sdegno da parte dei comandanti militari israeliani e una vera bufera politica.
Nonostante la stampa occidentale, gli anni scorsi, abbia trattato questo argomento e realizzato documentari sull’arsenale nucleare israeliano, Israele ha sempre negato tutto, preferendo il silenzio e l’anomalia
I comandanti israeliani hanno considerato le dichiarazioni di Olmert come una fuga di notizie. Yossi Beilin ha affermato che le affermazioni del premier sono una dimostrazione del suo menefreghismo e della sua incapacità ad occupare il ruolo di primo ministro del governo
Nel partito del Likud, invece, qualcuno lo ha invitato a dare le dimissioni, sostenendo che la fuga di notizie con la tv tedesca coinvolge 50 anni di informazioni segrete sull’arsenale israeliano. Olmert è stato accusato di altre fughe di notizie, come quelle sui militari sequestrati in Libano. "Il presidente del Consiglio non riesce a controllare le informazioni nel campo della sicurezza – ha dichiarato un membro del Likud – e sarebbe meglio che si dimettesse e lasciasse la responsabilità del governo ad altri".

Arieh Ildar, parlamentare nella Knesset, ha sottolineato che se le parole di Olmert rappresentano un cambiamento di rotta nella politica israeliana e non un lapsus, "dovrebbe rilasciare una dichiarazione chiara al mondo libero: ‘Se non fermate voi l’Iran, la fermeremo noi ad ogni costo’".

 (Fonte: Al-Watan)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.