Le dichiarazioni ufficiali di Abu Obeida: 25 soldati israeliani uccisi, 41 veicoli militari distrutti in 72 ore

Gaza. Il portavoce delle Brigate Al-Qassam Abu Obeida ha affermato in una nuova dichiarazione rilasciata mercoledì che 25 soldati israeliani sono stati uccisi e 41 veicoli militari sono stati distrutti nelle ultime 72 ore.

“I combattenti di Al-Qassam sono riusciti, nelle ultime 72 ore, a distruggere completamente o parzialmente 41 veicoli militari”, ha affermato.

“I nostri combattenti hanno confermato di aver ucciso 25 soldati e di averne feriti decine di altri”, ha aggiunto, spiegando che sono state prese di mira anche le forze israeliane infiltrate, con vari tipi di proiettili e ordigni, in combattimenti ravvicinati e che sono state attaccate le loro squadre di soccorso.

“I nostri combattenti della resistenza hanno attrezzato due tunnel e una casa e li hanno fatti esplodere contro i soldati di occupazione, oltre a un’operazione di cecchini contro uno dei soldati”.

“Hanno bombardato il quartier generale, le sale di comando sul campo e i raduni militari con colpi di mortaio e missili a corto raggio su tutti i fronti dei combattimenti nella Striscia di Gaza”.

Oggi, giovedì, le Brigate Al-Qassam hanno affermato in una dichiarazione separata che i loro combattenti hanno preso di mira un veicolo israeliano nel quartiere di Sheikh Radwan, nel nord di Gaza, con sette soldati a bordo, utilizzando un proiettile Yassin-105.

Il comunicato indica che i combattenti si sono scontrati con le forze israeliane nella zona di Saraya, nella città di Gaza, e conferma che quattro soldati sono stati uccisi e altri feriti.

Al-Qassam ha aggiunto di aver preso di mira un carro armato israeliano Merkava con il proiettile Yassin-105 nell’area di Tal al-Zaatar, nel nord della Striscia di Gaza.

Il gruppo ha anche affermato di aver preso di mira 12 soldati rinchiusi all’interno di un edificio nel quartiere di Daraj, a nord-est della città di Gaza, tre carri armati israeliani Merkava con proiettili Yasin-105 a est del campo di Jabalya, nel nord della Striscia di Gaza, otto veicoli israeliani nelle aree di Sabra e Tal al-Hawa nella città di Gaza, due carri armati israeliani e un trasporto truppe con un ordigno esplosivo e proiettili Yassin-105 nella città di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza.

(Fonti: PIC, Quds Press e Quds News).