Le forze dell’intelligence dell’ANP invadono un’abitazione femminile dell’università an-Najah

 

Il direttore dell’intelligence palestinese di Nablus Abdullah Kamil ha rivelato che ieri sera le sue forze sono riuscite a scoprire il più grande deposito di materiale propagandistico di Hamas nella zona di Rafidia a ovest della città di Nablus, nella parte nord della Cisgiordania.

Il capo dell’intelligence, in una dichiarazione alla stampa, ha detto che membri delle forze dell’intelligence, accompagnati dalla polizia femminile, hanno invaso il centro an-Nur, casa per le studentesse universitarie appartenente a Hamas, ed hanno sequestrato quattro camion di “materiale propagandistico di Hamas ed altri volantini, che il movimento diffonde all’interno dell’università statale an-Najah”.

Le parole di Kamil confermano quanto affermato in precedenza da Hamas in un suo comunicato, nel quale però si aggiunge che la casa delle studentesse è stata sottoposta ad una minuziosa perquisizione, oltre che al sequestro del materiale, e che diverse studentesse sono state aggredite.

Secondo il comunicato, una studentessa della casa ha confermato che ieri sera “sono state sorprese dal grande numero di persone – più di 30 – che hanno circondato l’abitazione; diverse ragazze hanno tentato d’impedire loro di entrare, ma le poliziotte le hanno aggredite”.

La studentessa ha aggiunto: “Membri delle forze di sicurezza, guidati direttamente dal capo dell’intelligence a Nablus, Abdullah Kamil, hanno fotografato l’irruzione nella casa, raggruppato me e le altre studentesse in una sola stanza e rinchiuso due di noi nella cucina dell’abitazione, e dopo hanno perquisito la casa palmo a palmo, costringendoci ad uscire”, ed ha proseguito dicendo “la sicurezza ha sequestrato qualsiasi cosa accenni al gruppo islamico universitario, cartelli, poster, foto… hanno perfino sequestrato i libri universitari perché sopra c’erano foto o adesivi, ed hanno preso anche il computer di una studentessa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.