Le forze di occupazione invadono varie zone della Cisgiordania: demolite due case e sradicate decine di alberi

Cisgiordania – Infopal. Questa mattina all’alba le forze di occupazione israeliane hanno invaso le cittadine di al-Yamun, Yabud e Anin. Un elicottero ha calato dei soldati nella vallata di Arraba, nella provincia di Jenin, a nord della Cisgiordania.

Fonti di sicurezza hanno riferito che le volanti israeliane hanno percorso le vie di Yabud e di al-Yamun lanciando bombe al suono. Non sono pervenute notizie di arresti.

Le forze di occupazione hanno inoltre preparato un’imboscata sul tetto di un deposito d’acqua nella cittadina di Anin, mentre un elicottero ha calato dei soldati all’interno di una zona militare vuota, dove sono stati effettuati degli addestramenti. I soldati si sono dispiegati anche nella vallata di Arraba, adiacente al campo militare.

 

Sempre questa mattina i bulldozer israeliani hanno demolito due case e hanno sradicato ulivi a Bir al-Hammam nel Negev, all’interno dei territori occupati nel 1948. Fonti locali hanno riferito che decine di vetture della polizia hanno invaso la cittadina, chiuso la zona e impedito ai cittadini di uscire o entrare. I bulldozer hanno demolito due case di proprietà di Hamas Abu Asa e Salama Abu Asa. È stato inoltre sradicato un centinaio di ulivi di proprietà della famiglia di Asa. Le demolizioni proseguono ancora e potranno interessare altre abitazioni della zona e al di fuori.

Questa campagna avviene prima della manifestazione organizzata per oggi dai pastori, davanti al mercato del bestiame di Bir Sheva, per protesta contro la mancanza di distribuzione dei pascoli e contro l’imposta sugli allevamenti del bestiame.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.