Le forze di occupazione israeliane arrestano 21 cittadini palestinesi.

 

Cisgiordania – Infopal. Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 21 cittadini palestinesi durante un’operazione, partita all’alba di oggi, che ha coinvolto le aree di Nablus, Tulkarem e Ramallah.

Testimoni oculari hanno riferito che le forze di occupazione hanno eseguito una campagna di perquisizioni contro diverse zone della Cisgiordania, sparando all’impazzata, e hanno arrestato 21 cittadini palestinesi.

Le truppe di invasione, sostenute da più di 15 corazzati, hanno anche invaso la cittadina di Qafin, sparando alla cieca e lanciando bombe al suono.

I soldati di occupazione hanno invaso la casa di Sami Mustafa Tuma, nel quartiere est della cittadina, distruggendo gli interni. Non ci sono stati arresti.

Durante l’aggressione delle forze israeliane sono scoppiati degli scontri con i giovani palestinesi, che hanno lanciato pietre e bottiglie vuote contro gli invasori.

L’esercito israeliano stanno effettuando campagne giornaliere in tutta la Cisgiordania, arrestando e attaccando decine di civili. Nel frattempo, il governo di Tel Aviv fa sapere ai media israeliani e occidentali che ha intenzione di liberare 250 detenuti come “gesto di buona volontà” verso il presidente palestinese Mahmud Abbas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.