Le forze di occupazione penetrano a nord di Gaza e l’aviazione bombarda: 7 morti.

Gaza – Infopal

Nelle prime ore di questa mattina, le forze di occupazione israeliana sono entrate nel nord della Striscia di Gaza e l’aviazione ha bombardato postazioni della resistenza a est di Jabalia. Sono stati uccisi 7 resistenti palestinesi, di cui 5 membri delle brigate al-Qassam, uno delle brigate al-Quds, e un docente di agronomia.

Le vittime sono Saed Nabhan (25 anni) e suo fratello Jawdat (attivista delle brigate al-Quds), Mahmud ash-Sharfa, Ahmad Abu Hmed, Mahmud al-Matuf, Osama Assaf, oltre all’agronomo Hani Naim morto a seguito del bombardamento di questa mattina contro una scuola di agronomia a Beit Hanoun.

Gli elicotteri apache hanno bombardato con diversi missili una postazione delle brigate al-Qassam, vicino alla moschea as-Salaam, a est di Jabalia: Nabhan è stato ucciso e altri quattro resistenti sono rimasti feriti.

Gli elicotteri hanno effettuato un altro attacco contro un’altra postazione sul monte ar-Ris, a est di Gaza, durante il quale sono stati uccisi ash-Sharfa e Abu Hmed.

Fonti mediche dell’ospedale "Martire Kamal Odwan" hanno reso noto che i cadaveri sono arrivati in ospedale a pezzi.
E hanno precisato che le ambulanze hanno incontrato molta difficoltà per raggiungere le vittime e i feriti a causa del massiccio sorvolo dei droni e degli elicotteri apache.

Sempre questa mattina, decine di carri israeliani sono penetrati a est del cimitero dei martiri, a est di Jabalia, sotto il massiccio sorvolo degli elicotteri e dei droni, che hanno sparato all’impazzata.
Le forze di occupazione hanno rafforzato la loro presenza con altri carrarmati e bulldozer vicino al Milite Ignoto in direzione del cimitero est.

La resistenza palestinese si è opposta alle invasioni israeliane: le brigate al-Qassam hanno rivendicato il lancio di granate anti-aereo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.