Le forze di sicurezza dell’Anp proseguono la loro campagna contro i sostenitori di Hamas in Cisgiordania.

Cisgiordania – Infopal

Le forze di sicurezza dell’Autorità nazionale palestinese proseguono la loro campagna di arresti nelle fila dei sostenitori di Hamas in Cisgiordania. Domenica sono stati sequestrati 8 cittadini in diverse province.

Nella provincia di Salfeet, le forze di sicurezza hanno arrestato Hamza Asaad, di Jamain, a nord, dopo averlo invitato a presentarsi nella loro sede; hanno chiuso l’Associazione Islamica di beneficenza nella cittadina Qrawet Bani Hassan, che adotta 350 orfani e decine di famiglie bisognose.

Nella provincia di Nablus, le forze di sicurezza hanno arrestato Radi Rawajbeh, vice sindaco di Rojeeb, dopo averlo interrogato per l’ottava volta, e Ayman Yasin, di Asira al-Shamaliyah, dopo averne assaltato l’abitazione. Yasin era stato liberato delle prigioni israeliane una settimana fa.

Nella provincia di Jenin, le forze di sicurezza hanno arrestato per la seconda volta l’ing. Mohammad Fayez Malabsha, di Jabaa, dopo averlo invitato a presentarsi nella loro sede; hanno arrestato, per la seconda volta, Bashar Abbas, studente all’università an-Najah, dopo averlo invitato a presentarsi nella loro sede. Era stato liberato due settimane fa dalle prigioni delle forze preventive palestinesi.

Nella provincia di Tulkarem, le forze di sicurezza hanno arrestato per la seconda volta Abdelgani Qasem, fratello del prof. Abdelsattare Qasem.

Nella provincia di Betlemme, le forze di sicurezza hanno arrestato Mu’ath Amarnah e Mohammad Sarasrah, del campo profughi ad-Dheisha, dopo aver invitato entrambi a presentarsi nella sede della sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.