Le forze di sicurezza palestinesi invadono 5 moschee in Cisgiordania.

Cisgiordania – Infopal

Nella notte tra il 12 e il 13 ottobre, le forze di sicurezza e uomini armati di Fatah hanno invaso diverse moschee a Hebron, Nablus e Salfit, in Cisgiordania. L’obiettivo era di togliere i cartelloni messi su da Hamas per gli auguri della festa di “Id al-Fitr”.

Provincia di Hebron

Nella città di Hebron, le forze di sicurezza palestinese hanno invaso le moschee ar-Ribat, ar-Rahman e Abdelhai Shahin, distruggendo cartelloni per gli auguri per la festa di fine Ramadan attaccati da Hamas, lasciando solo quelli di Fatah.

Nella cittadina di Sair, decine di uomini armati del movimento di Fatah hanno tolto i cartelli di augurio attaccati dal movimento islamico, strappando poster di caduti locali. 

Provincia di Nablus

Nella cittadina Aqraba, a sud della città di Nablus, membri del movimento di Fatah hanno tolto e bruciato le bandiere verdi e i cartelli di auguri affissi nelle vie.

Le forze di sicurezza palestinese hanno circondato la moschea di Abu Bakr as-Siddiq, nel quartiere popolare al-Masaken, nella città di Nablus, e sono entrati con le loro scarpe strappando i cartolloni di auguri.

Provincia di Salfit

Le forze di sicurezza preventiva hanno invaso la moschea della cittadina di Marda, a nord di Salfit.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.