Le giustificazioni di Israele per il massacro di ieri: ‘Erano palestinesi coinvolti in attività della resistenza’

Gaza – InfoPal. Il giorno dopo l'assassinio dei due fratelli palestinesi, Subhi 'Ala' e 'Essam al-Batash, l'esercito israeliano divulga le proprie “giustificazioni” dell'offensiva di ieri pomeriggio nel centro della popolosa Gaza City.

“Abbiamo mirato e colpito elementi della resistenza palestinese che stavano preparando un attentato (lancio di razzi, ndr) contro Israele, da condurre dalla frontiera con Gaza.

“Oltre a questo, il palestinese 'Essam al-Batash era coinvolto nell'episodio di Umm ar-Rashrash (Eilat) quando, nel 2007, furono uccisi tre israeliani”.

Dalle brigate 'Ezz id-Din al-Qassam, ala militare di Hamas, fanno sapere che 'Ala' era un proprio combattente.

Questa mattina, un altra offensiva è stata scatenata da Israele sulla Striscia di Gaza. I bombardamenti aerei hanno interessato più aree a Gaza City e a sud. Un palestinese è stato ucciso, e tutti i 13 membri della sua famiglia che erano in casa con lui sono rimasti feriti. Sette i bambini feriti oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.