Le IOF effettuano violente incursioni nei campi di Tulkarem e Nur Shams

Tulkarem. Mercoledì all’alba le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno fatto irruzione nella città di Tulkarem, in Cisgiordania, e nel vicino campo profughi di Nur Shams, dichiarandoli zona militare chiusa e effettuando un attacco aereo, tra scontri con combattenti della resistenza.

Secondo fonti locali, un vasto spiegamento di truppe israeliane, scortate da alcuni bulldozer e droni, hanno preso d’assalto la città di Tulkarem e i campi profughi di Nur Shams e Tulkarem e si sono scatenate per le loro strade, distruggendo proprietà private e pubbliche.

Le forze israeliane hanno circondato l’ospedale Al-Israa nel quartiere occidentale di Tulkarem e l’ospedale Thabet Thabet nella zona nordorientale della città, hanno aggiunto le fonti.

Le IOF hanno anche assediato il campo di Nur Shams dai suoi quattro lati, hanno annunciato il coprifuoco nelle sue strade fino a nuovo avviso, hanno schierato cecchini sui tetti di diversi alti edifici, sul monte al-Nasr e sul monte al-Salihin, hanno fatto irruzione nelle case del quartiere al-Maslakh e hanno interrogato i loro residenti.

Diversi cittadini sono stati rapiti dalle loro case e un altro è stato brutalmente picchiato dai soldati israeliani a Nur Shams.

Diversi giovani sono rimasti feriti quando un drone israeliano ha effettuato un attacco contro i cittadini nel campo di Tulkarem.

Nel frattempo, combattenti della resistenza hanno avuto uno scontro a fuoco con soldati israeliani e hanno fatto esplodere ordigni contro i loro veicoli a Tulkarem e nei suoi campi profughi.

Nel video: la dilagante distruzione di strade e infrastrutture da parte delle forze israeliane nell’implacabile assalto al campo di Tulkarem, in Cisgiordania.

(Fonti, foto e video: Quds Press, Quds News, PIC).