Le madri dei prigionieri di Gaza trascorreranno la notte dell'Eid presso la sede della Croce rossa internazionale in protesta al pluriennale divieto di visita

Gaza – Womenfpal. La notizia viene comunicata da una delle madri dei prigionieri della Striscia di Gaza: “la notte dell'Eid – con cui si concluderà il mese santo di Ramadan – le madri dei detenuti si recheranno in massa presso la sede della Croce rossa internazionale (Icrc) di Gaza”.

Da oltre quattro anni, i familiari dei prigionieri di Gaza non possono recarsi a visitare i propri figli, prigionieri di Israele e, tra le altre cose , l'iniziativa annunciata, vuole comunicare pure la condanna e le preoccupazioni delle madri per le continue violazioni contro i diritti umani dei detenuti.

Rafat Hamdouna, direttore del centro studi sui prigionieri, rende noti i nomi di alcune delle madri e delle sorelle dei detenuti di Gaza, le quali hanno già confermato la propria adesione all'evento della notte dell'Eid.

Sono le madri e le sorelle dei prigionieri: Ibrahim Barud, Ahmed as-Sa'ydi, Khaled Abu Riyale, Sara Abu 'Ataiyya, Ahmed Namle, Mohammed Salman, Amina 'Ashour, Shadi Abu Hussain, Ma'zouza Nasir, Ra'ed al-Hajj Ahmed, Nasif al-Hajj, Sahil al-Masri, Samer Salah, Ahmed al-'Abed, Majdi Yassin, Samir 'Abed, Jamal Arqiq, 'Emad Abu Khouse, Ashraf al-Masri Sharif abu Jozer, Adam az-Zweidi, al-'Abed Hamid,  Fares Barud, Mahmoud ar-Ris, Mohammed Jaber, Nabil al-Qambouz, Riyad abu 'Ataiyya, Zeinab ash-Sharihy, Wisam abu al-Ki'la, Moustafa abu Ghazal, Maher al-Basiouni.

All'incontro programmato, saranno presenti pure decine di attivisti per i diritti umani.

Il comunicato della partecipazione ha voluto lanciare una campagna di più ampio respiro, rivolta anzitutto ai mass media e al resto della popolazione di Gaza, perché la notte dell'Eid si registri una partecipazione di massa.

http://www.womenfpal.com/ar/default.aspx?xyz=BOgLkxlDHteZpYqykRlUuI1kx%2fVDUOFob2y4MN0Eyexp4rhQiCS7bAhstGfck1l6d%2fXUGi6SYl3rkdPuI6fzhx0AAUZC%2bfvAy5FDSNtSt71i9EmZF3X6qYL8NzLF2Gh7sjGNYG5OKmM%3d

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.