Le milizie di ‘Abbas sequestrano 15 sostenitori di Hamas.

Cisgiordania – Pic. Continuano le persecuzioni e le campagne di arresti condotte dalla polizia di ‘Abbas contro i sostenitori di Hamas in Cisgiordania.

Questa mattina, 29 marzo 2010, ne sono stati arrestati 12 tra Nablus, Hebron, Tulkarem e Qalqilya.

Governatorato di Nablus: Munir Al-Kutut, Ziyad Al-Ja’ara sono stati sequestrati dalle proprie abitazioni, assaltate dalle milizie di ‘Abbas. Al-Kutut, come pure Samih ‘Alawi, era stato già sequestrato in passato ed aveva trascorso oltre sei mesi in detenzione.

Adham Kharrubi, studente dell’Università di Nablus, Al-Najah, è stato rapito mentre era sul posto di lavoro. Anche lui era stato già sequestrato in passato.

Governatorato di Tulkarem: il dott. Abu Sa’ade è stato rapito dal villaggio di ‘Allara a pochi giorni dal suo rilascio dalle stesse milizie.

Zona di Salfit: Samih Al-Khafesh, dal villaggio Marda, è stato sequestrato ed anche lui a pochi giorni dall’avvenuto rilascio.

In coerenza con la politica “funzionale alle richieste di Israele”, il governo di Fayyad ha licenziato il prof. ‘Ali Muhammad Suleiman, con l’accusa di appartenere al movimento di Hamas.

Governatorato di Hebron: dopo l’assalto in casa, Ehab J’abari è stato rapito, anch’egli a pochi giorni dal rilascio.

A Yatta, le milizie di Abu Mazen ha fatto irruzione in una conferenza, in corso, organizzata dal Partito di Liberazione per il quale evento, il sindaco aveva concesso il permesso. Qui 15 partecipanti sono stati rapiti.

A Qalqilya, cinque studenti della Facoltà di Studi Islamici sono stati rapiti: Muhammad Fawwaz, Rashid Riyad, ‘Abdel Rahman Jitawi, Samih Al-Sanam, Anas Khader.

Il caso di ‘Abdallah Khalil Nofal: la famiglia del ragazzo – 20 anni – ha denunciato che lo stato di salute del figlio è grave. Il ragazzo, rapito all’inizio del 2010, soffre di diabete, ha trascorso oltre un mese in isolamento ed è stato sottoposto a tortura. Ferito agli occhi dagli agenti delle milizie, era stato ricoverato in terapia intensiva per 12 giorni. Si è ammalato di cuore e attualmente riporta un altissimo livello di diabete. I medici dell’ospedale pubblico di Qalailya hanno confermato la gravità del suo stato.

A Ramallah, dopo 40 giorni di sequestro, le milizie di ‘Abbas hanno rilasciato Ashraf Ahmad ‘Asi a causa dell’aggravarsi del suo stato di salute. ‘Asi ha accusato nuovamente preoccupanti dolori al petto e, nel corso del suo rapimento, era già stato trasferito tre volte in ospedale, per lo stesso motivo.

Il caso del dott. Rami Dar Mousa: nonostante sia stato emesso un ordine di rilascio giudiziario nei suoi confronti, l’uomo si trova ancora in stato di detenzione.

(Traduzione per Infopal a cura di Elisa Gennaro)

http://www.palestine-info.info/ar/default.aspx?xyz=U6Qq7k%2bcOd87MDI46m9rUxJEpMO%2bi1s7dn0x8X0VZk%2bSms3TNnzDLuQpo2%2b0gweYL1wXjZVG5iQRNA46jL5dS%2bqqHDXFOJ3p39oWeUPbx0PwwMrjTuklLketAHvgB6XGCKVKTSWPvjk%3d

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.