Le posizioni dei partiti israeliani nei confronti del nuovo governo palestinese.

Le posizioni dei partiti israeliani nei confronti del governo di unità nazionale oscillano tra la destra, che invita a boicottare il presidente palestinese Mahmoud Abbas, e la sinistra che invita a trattare con i ministri che non appartengono a Hamas.

I deputati di destra hanno accusato i poli del loro governo di causare vuoti nella posizione internazionale contraria ad un governo nel quale partecipa Hamas.

L’ex ministro degli esteri Silvan Shalom ha dichiarato: Il governo deve lanciare una larga campagna politica e di informazione internazionale per fermare l’allargamento del fronte del ‘cambiamento nella posizione internazionale verso Hamas’”.

E ha aggiunto: “Il nuovo governo palestinese non è diverso dal precedente: è la stessa cosa ma con un vestito nuovo. In questo modo si vuole far ingoiare Hamas alla comunità internazionale”.

Shalom ha accusato il governo di Olmert di essere riusciti "con la sua politica fallimentare a rendere Hamas una parte legale nel dialogo con la comunità internazionale".

 

Da parte sua, il presidente del partito di destra “Mifdal“, Zoflon Orli, ha affermato: “Il programma del nuovo governo riflette una posizione palestinese unitaria che appoggia il proseguimento di quello terrorista di Hamas e ne appoggia i piani che invitano alla distruzione dello stato di Israele".

I deputati di destra sono molto furiosi per l’inserimento nel programma del nuovo governo il diritto al ritorno dei profughi palestinesi alle loro case: in questo obiettivo vedono la distruzione di Israele.

L’ex ministro Yesrael Kats  ha invitato Olmer a rompere i rapporti con Abbas “che non è diverso da Hamas almeno per quanto riguarda il conflitto con Israele”.

Il deputato di sinistra Yossi Beilin ha invitato il governo israeliano a trattare con i ministri che non appartengono a Hamas.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.