Leader al-Qassam, ex detenuto in Egitto, arriva nella Striscia di Gaza

Gaza – InfoPal. Ieri, 5 febbraio, un leader delle brigate “al-Qassam” ha fatto rientro nella Striscia di Gaza dopo aver trascorso tre anni in detenzione in Egitto. Ayman Nofal era stato liberato pochi giorni fa dalla prigione di al-Marj quando l'intervento dei familiari dei detenuti aveva reso possibile la liberazione di numerosi internati del penitenziario. 

Con Nofal, sono cinque i palestinesi della Striscia di Gaza liberati; gli altri detenuti palestinesi erano riusciti a fuggire dal carcere di Abu Za'bal, quando alcuni avevano perso la vita negli scontri con le guardie carcerarie e la sicurezza egiziane intervenuti. 

Allora, era stato riportato che alcuni di questi ex detenuti avevano preferito trattenersi sul territorio egiziano per timore di essere arrestati nel tragitto verso casa. Probabilmente Nofal era tra questi, e la notizia del suo arrivo a Gaza, una settimana fa, potrebbe essere stata una tattica per depistare la sicurezza egiziana allertata sulla sua liberazione. 

Poi, sabato scorso l'arrivo di Nofal a Gaza, nel campo profughi di al-Burej, nella Striscia di Gaza centrale, dove ad attenderlo c'erano familiari e migliaia di cittadini. 

Il premier del governo di Gaza, Isma'il Haniyah, ha visitato Nofal esprimendogli il sentimento di soddisfazione popolare per il suo ritorno a Gaza. 

Ayman Nofal fu arrestato il 27/01/2008 nei giorni in cui migliaia di palestinesi di Gaza abbatterono la barriera metallica al confine con l'Egitto per riversarsi in territorio egiziano e procurare beni di base non disponibili nel territorio palestinese per via dell'assedio imposto da Israele. 

Per il leader di Hamas, Salah al-Bardawil, le liberazione di questi detenuti è un effetto della riuscita della rivolta popolare egiziana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.