Leader delle brigate al-Quds scampa ad assassinio mirato.

Jenin – Infopal

Le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, hanno reso noto che, ieri, uno dei loro dirigenti di spicco è scampato a un tentativo di assassinio da parte delle forze di occupazione israeliane. L’imboscata è avvenuta nella cittadina di Qabatia, a sud di Jenin, nel nord della Cisgiordania, dove una forza speciale israeliana era entrata alle 9 di mattina, aprendo il fuoco contro il combattente.

Il portavoce ha aggiunto che si tratta del terzo tentativo di assassinio, da gennaio di quest’anno, nei confronti del dirigente, di cui non ha rivelato l’identità “per motivi di sicurezza”.

Sempre ieri, fonti della sicurezza palestinese hanno dichiarato che le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato un leader delle brigate al-Quds nel campo profughi di Jenin, Ahmad al-Amur.

Le fonti hanno spiegato che i militari israeliani sono penetrati al mattino nel campo profughi di Jenin, sparando all’impazzata.

Secondo la radio ebraica, al-Amur è sospettato di aver eseguito “atti terroristici” e aggressioni contro obiettivi israeliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.