Leader di Hamas: ‘Shalit non verrà liberato finché non lo saranno anche i prigionieri palestinesi’

Gaza – Infopal. Isma'il Radwan, uno dei leader di Hamas, ha dichiarato che Gilad Shalit, il soldato israeliano nelle mani della resistenza islamica a Gaza, non verrà liberato finché non lo saranno anche i palestinesi che si trovano nelle carceri israeliane, dato che la sua vita non ha certo più valore di quella di ottomila palestinesi.

In un comunicato stampa di domenica 25 aprile inviato ad Amnesty International, Hamas l'ha invitata ad essere imparziale sulla questione dei prigionieri, soprattutto perché è il nemico sionista ad essere responsabile del fallimento della trattativa, condotta da un intermediario tedesco, per lo scambio di prigionieri.

Radwan ha poi criticato duramente l'invito rivolto dalla stessa Amnesty International ai suoi attivisti e ai suoi sostenitori nel mondo ad indirizzare un appello ad Hamas per la liberazione di Gilad Shalit: “Amnesty afferma che Hamas viola il diritto internazionale perché tiene prigioniero Shalit e lo usa come mezzo di scambio. Con quest'appello Amnesty dimostra quindi di stare completamente dalla parte degli occupanti, cosicché non è più il caso di parlare della sua imparzialità o neutralità”.

Piuttosto, ha detto Radwan, bisogna che quest'organizzazione entri nel merito delle migliaia di prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane, sottoposti ad ogni angheria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.