L’Egitto arresta un israeliano con il sospetto di spionaggio

Il Cairo – InfoPal. Ieri le autorità egiziane hanno catturato un cittadino israeliano, Ilan Chaim, sospettato di spionaggio e incitamento al disordine durante la rivoluzione egiziana che ha portato alla caduta del regime di Hosni Mubarak.

 

Arrestato mentre si trovava in un albergo al centro del Cairo, su Chaim pendono pesanti accuse di spionaggio, stando alle informazioni fornite dall'Intelligence generale egiziana.

“Pensiamo che Chaim abbia raccolto informazioni tra i giovani della rivolta del 25 gennaio, su luoghi e raduni, minando la sicurezza pubblica e nazionale in un momento così delicato e vulnerabile”, ha affermato il portavoce della procura generale 'Adel Sa'id.

Chaim, inoltre, aveva partecipato alla guerra israeliana contro il Libano nel 2006 ed è sospettato di aver svolto un ruolo anche negli scontri confessionali interni all'Egitto.

Resterà in custodia per 15 durante il quale periodo saranno sviluppate le indagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.