L’Egitto scopre un nascondiglio di armi destinate a Gaza

Il Cairo – Imemc. Il giornale egiziano “Al-Yawm as-Sabi'” (“Il Settimo giorno”), nell'edizione del 1 aprile, riferisce che il nascondiglio  comprende 100 razzi antiaerei, 45 granate e altri 40 ordigni esplosivi.

Un ufficiale egiziano nel nord del Sinai ha ottenuto informazioni su dei contrabbandieri di armi che mettono da parte esplosivi e munizioni residuati dalle precedenti guerre nella regione.

Fonti della sicurezza egiziana affermano che alcuni contrabbandieri utilizzano esplosivi lasciati da guerre precedenti per estrarne il contenuto riutilizzabile e poi smerciarlo a Gaza.

L'Egitto ha localizzato e confiscato decine di tonnellate di esplosivi nel Sinai e nella parte Egiziana di Rafah.

Le forze di sicurezza egiziane effettuano delle ronde nella zona in questione per localizzare nascondigli di armi. Non si registrano comunque arresti.

Gli esplosivi requisiti saranno fatti detonare in maniera controllata.

Questa operazione giunge proprio il giorno dopo che la sicurezza egiziana è riuscita a scoprire tre tunnel nell'area di Rafah.

L'Egitto ha inoltre sequestrato 41 camion usati per il contrabbando con Gaza e altri 40 veicoli adibiti allo stesso scopo sono stati individuati nella stessa area setacciata.

Vi è da ricordare che quattro palestinesi sono rimasti feriti mercoledì scorso a causa dell'esplosione di uno dei tunnel tra Gaza e l'Egitto provocata dalla Sicurezza egiziana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.