L’esercito di occupazione israeliano ha “immediatamente” bisogno di 10 mila soldati

Tel Aviv. L’esercito di occupazione israeliano ha bisogno immediatamente di 10 mila soldati in più a causa della guerra in corso nella Striscia di Gaza, ha dichiarato lunedì il ministro della Difesa Yoav Gallant, durante una sessione della Commissione per gli Affari esteri e la difesa della Knesset.

La scorsa settimana, la Corte Suprema di Israele ha stabilito all’unanimità che gli ebrei ultra-ortodossi devono essere sottoposti alla leva militare, dopo decenni di esenzione dal servizio. Secondo Gallant, l’esercito può reclutare 4.800 soldati dalla comunità ultra-ortodossa.

Israele si è fatto beffe di una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che chiedeva la fine immediata della sua offensiva militare, in corso contro i palestinesi di Gaza dall’ottobre dello scorso anno. Lo Stato di occupazione ha sfidato la condanna internazionale per la brutalità del suo assalto, che ha ucciso oltre 37.900 palestinesi, per lo più donne e bambini, e ne ha feriti più di 87 mila. Ampie zone di Gaza giacciono in rovina tra un blocco paralizzante di cibo, acqua pulita e medicine.

Israele è accusato di genocidio dalla Corte Internazionale di Giustizia (ICJ), la cui ultima sentenza ha ordinato allo Stato dell’Apartheid di fermare immediatamente le operazioni militari nella città meridionale di Rafah. Oltre un milione di palestinesi aveva cercato rifugio a Rafah, ma questo non ha impedito a Israele di invadere la città il 6 maggio. La Spagna ha chiesto di intervenire a sostegno della causa dell’ICJ contro Israele.

(Fonte: MEMO).

(Foto:  [Mostafa Alkharouf – Anadolu Agency]).