L’esercito israeliano apre il fuoco contro corteo nonviolento a Rafah.

Gaza – Infopal. Ieri, le truppe israeliane hanno aperto il fuoco contro i palestinesi radunati nei pressi del tratto di Muro costruito vicino Rafah, nel sud della Striscia di Gaza.

La manifestazione era stata organizzata dai comitati locali contro il Muro. Secondo i media locali, i militari hanno cominciato a sparare ai civili disarmati non appena questi hanno raggiunto la “zona cuscinetto” imposta nei pressi del confine della Striscia.

Il corteo, al quale erano stati invitati tutti i gruppi politici e le Ong palestinesi, faceva parte delle numerose iniziative di protesta che vengono organizzate ogni settimana dalla comunità palestinese in Cisgiordania.

In alcune località, come ad esempio nel villaggio di Bil’in, le continue proteste e le azioni legali intraprese nei tribunali israeliani hanno avuto successo. A Bil’in sono state infatti restituite più di metà delle terre che gli erano state sottratte con la costruzione del Muro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.