L’esercito israeliano in difficoltà per la mancanza di soldati

Tel Aviv. Il sito web israeliano Walla ha riferito che l’esercito di occupazione israeliano soffre di una carenza di soldati e sta cercando di formare una nuova divisione per svolgere vari compiti.

Il sito web ha aggiunto che l’esercito chiamerà l’unità “Divisione David” e includerà soldati maschi e femmine che hanno raggiunto l’età dell’esonero, volontari e membri degli Haredim – ebrei ultraortodossi che fino a poco tempo fa erano esonerati dal servizio militare – e quindi l’esercito potrebbe essere in grado di reclutare 40 mila combattenti.

Walla ha citato fonti dell’esercito secondo cui i soldati potrebbero contribuire a diversi compiti, tra cui la sicurezza dei confini e il combattimento in una guerra su più fronti in futuro.

Il sito israeliano ha anche riferito che i sondaggi hanno rivelato che i soldati sono critici nei confronti del proseguimento del loro servizio, e per sul fatto che sopportano un pesante fardello e soffrono di stanchezza.

Tra i soldati di riserva c’è anche una grande ansia dovuta al timore delle ripercussioni che il proseguimento dei combattimenti avrà sulla loro vita personale, familiare e lavorativa, ha aggiunto.

In un contesto correlato, il quotidiano israeliano Haaretz ha riferito che decine di soldati della riserva hanno annunciato che non torneranno al servizio militare a Gaza, anche se dovessero essere puniti.

Questo avviene in un momento in cui i media israeliani hanno riferito che centinaia di soldati di riserva dell’esercito israeliano si sono recati all’estero senza informare i loro comandanti a causa della guerra in corso a Gaza, dove le forze di occupazione hanno subito pesanti perdite negli ultimi mesi.

I dati dell’esercito israeliano indicano che il bilancio delle vittime nella Striscia di Gaza ha raggiunto 666 soldati e ufficiali dall’inizio della guerra, il 7 ottobre, di cui 314 uccisi dall’inizio dell’offensiva di terra, il 27 ottobre.

I dati indicano anche che 3.922 ufficiali e soldati sono stati feriti dall’inizio della guerra, di cui 1.997 in battaglie di terra.

(Fonti: MEMO e agenzie).

Traduzione per InfoPal di F.H.L.