L’esercito israeliano invade diverse aree della Cisgiordania.


Cisgiordania – Infopal. In nottata, le forze di occupazione hanno invaso la città di Tulkarem appostandosi nei quartieri ovest e sud, e hanno perquisito le abitazioni degli studenti universitari.

Le fonti hanno riferito infatti che 17 corazzati, accompagnati da membri dell’intelligence israeliana, hanno invaso la città alle due di notte e hanno perquisito i palazzi az-Zabadi e Abu Dernah – nel quartiere ovest – e la pensione Nasif – nel quartiere sud. Tutti e tre gli edifici ospitano gli alloggi degli studenti dell’università Khadduri. I giovani sono stati interrogati, ma non si hanno notizie di arresti.

Nella provincia di Jenin è stata invece perquisita la casa del detenuto Murad Sulayman Kamil (23 anni), nella cittadina di Qabatiyah.

I familiari di Murad hanno raccontato che ingenti forze dell’esercito di occupazione, accompagnate da cani poliziotto, hanno invaso l’abitazione evacuando gli abitanti per interrogarli. Hanno poi aggiunto che, come d’abitudine, sono stati commessi atti di vandalismo all’interno delle stanze. Sequestrato inoltre il pc del detenuto, con i suoi file personali.

Le forze di occupazione israeliane hanno poi arrestato un cittadino palestinese e suo figlio della cittadina di Taqqu, a sud est di Betlemme, dopo un’invasione massiccia della zona e il dispiegamento di decine di soldati nelle vie principali.

Nella stessa cittadina, i soldati hanno inoltre circondato la casa di Musa Khalaf Mohammad Jibril (50 anni), padre della ragazza di 16 anni arrestata ieri davanti alla prigione israeliana di Ofer mentre stava andando a visitare suo fratello prigioniero. Dopo un’irruzione e una minuziosa perquisizione, l’esercito ha arrestato il proprietario dell’abitazione e i suoi due figli Tareq e Sabri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.