L’esercito israeliano invade Jenin e tenta di rapire un militante delle Brigate Al-Aqsa, che riesce a sfuggire.

Un militante delle Brigate di Al-Aqsa a Jenin è sfuggito all’arresto da parte dell’esercito israeliano.  

Mahmoud Abu Sorour – Meibara – , membro delle Brigate di Al-Aqsa, ala militare di Fatah, è riuscito a scampare al tentativo di arresto durante un’incursione dell’esercito israeliano a Jenin.

Questa mattina, un ampio spiegamento di truppe israeliane ha assaltato la città e ha fatto irruzione in numerose abitazioni, tra cui quella di Sorour. Nella fuga, inseguito dagli spari dei soldati, l’uomo si è rotto una mano.

I militari hanno costretto molte famiglie a lasciare le proprie abitazioni e a rimanere in strada, al freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.