L’esercito israeliano richiude strada riaperta pochi giorni fa. Era rimasta inaccessibile per 20 anni

Hebron/al-Khalil – WAFA. Lunedì, l’esercito israeliano ha richiuso una strada che porta al villaggio di Qalqas, a sud di Hebron, nel sud della Cisgiordania, giorni dopo che i suoi residenti l’avevano riaperta. Era rimasta chiusa per 20 anni. Questa nuova mossa dell’esercito rende ancora una volta molto difficile per i 5 mila residenti palestinesi, compresi studenti delle scuole e dell’università, raggiungere le loro destinazioni.

L’esercito israeliano chiuse la strada al villaggio nel 2000, causando grandi sofferenze agli abitanti, principalmente studenti, che furono costretti ad usare percorsi lunghi ed accidentati per raggiungere le loro scuole, università e luoghi di lavoro, o trasportare le loro merci su muli.

I residenti del pittoresco villaggio di Qalqas, quattro chilometri a sud di Hebron, avevano riaperto la strada pochi giorni fa e l’avevano sgombrata con l’aiuto del comune.

Tuttavia, sono rimasti sorpresi nello scoprire, lunedì mattina, che l’esercito israeliano, nella notte tra domenica e lunedì, aveva distrutto la strada e messo cumuli di terra e cubi di cemento di grandi dimensioni per interrompere e impedire ancora una volta il movimento delle persone.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.